Scroll Top

Firma digitale per PEC: guida alla posta elettronica certificata e firma digitale

La posta elettronica certificata (PEC) e la firma digitale sono due strumenti fondamentali nell’era digitale, specialmente per quanto riguarda le comunicazioni ufficiali e documenti legali. Tuttavia, pur essendo entrambi strumenti di sicurezza legati all’ambito della comunicazione digitale, presentano differenze significative.

PEC e firma digitale: cosa sono e quali sono le differenze

La PEC è un tipo di posta elettronica che offre garanzie legali sul contenuto inviato e sulla sua consegna. Essa è paragonabile a una raccomandata con ricevuta di ritorno, ma in forma digitale. Quando inviamo un’email tramite PEC, riceviamo una ricevuta che attesta l’invio e l’ora precisa, oltre a una seconda ricevuta che documenta l’avvenuta (o mancata) consegna al destinatario.

La firma digitale, invece, è uno strumento che consente di conferire autenticità e integrità a un documento digitale. Quando firmiamo digitalmente un documento, stiamo garantendo che il documento proviene da noi (autenticità) e che non è stato modificato dopo la firma (integrità). La firma digitale è quindi una sorta di sigillo digitale, molto simile a una firma autografa su un documento cartaceo.

Come attivare la posta certificata e la firma digitale?

Attivare sia la posta certificata (PEC) che la firma digitale richiede alcuni passaggi mirati, guidati da regolamentazioni specifiche. Di seguito, una panoramica dei passaggi fondamentali per entrambi i servizi.

Per la posta elettronica certificata (PEC):

  1. Scegli un provider di PEC: la prima cosa da fare è scegliere un provider di servizi PEC. Ci sono diverse aziende che offrono questo servizio, ognuna con piani e prezzi diversi.
  2. Registrati e acquista un piano: una volta scelto il provider, dovrai registrarti sul loro sito e acquistare un piano. I piani sono in genere basati sullo spazio di archiviazione necessario e sul numero di caselle PEC che si desidera.
  3. Completa la procedura di verifica: alcuni provider potrebbero richiedere di completare una procedura di verifica per confermare la tua identità.
  4. Configura la PEC: una volta completata la registrazione e l’acquisto, riceverai le istruzioni per configurare la tua casella PEC, che può essere utilizzata come qualsiasi altro account di posta elettronica.

Per la firma digitale:

  1. Scegli un provider di servizi di firma digitale: come per la PEC, dovrai scegliere un provider che offre servizi di firma digitale.
  2. Acquista un dispositivo di firma digitale: la firma digitale richiede un dispositivo di firma, come una smart card o un token USB. Questo dispositivo sarà collegato al tuo computer e utilizzato per generare la firma digitale.
  3. Registrati e completa la procedura di verifica: come per la PEC, dovrai registrarti e completare una procedura di verifica.
  4. Installazione del software: in genere, ti sarà fornito un software da installare sul tuo computer che ti permetterà di utilizzare la firma digitale.
  5. Utilizzo della firma digitale: una volta completata l’installazione e la configurazione, potrai iniziare a firmare documenti digitalmente.

Cosa si intende con firma digitale per PEC?

La firma digitale per PEC indica l’uso della firma digitale all’interno di un messaggio di posta elettronica certificata. Questa procedura è essenziale per garantire sia l’integrità che l’autenticità di messaggi e documenti che vengono inviati tramite PEC.

In pratica, quando si invia un’email tramite PEC, è possibile apporre la firma digitale ad un documento. Questo significa che il destinatario può essere sicuro che il messaggio sia stato effettivamente inviato da te e che non sia stato alterato dopo che è stato inviato.

La firma digitale per PEC è particolarmente utile per le comunicazioni ufficiali o legalmente vincolanti. Ad esempio, può essere utilizzata per apporre una firma digitale su contratti, disegni di legge o altri documenti importanti inviati tramite PEC.

Firma digitale e PEC: quando utilizzarle?

La firma digitale e la PEC si utilizzano in diversi scenari, spesso dipendenti dal contesto legale o commerciale.

La firma digitale viene utilizzata principalmente quando è necessario garantire l’autenticità e l’integrità di un documento. Questo è fondamentale per documenti legali, contratti, progetti o qualsiasi altra comunicazione dove è importante garantire che il documento non sia stato alterato.

La PEC viene utilizzata per inviare messaggi di posta elettronica con valore legale. Questo è particolarmente importante in contesti commerciali e legali, dove è necessario avere una prova certa dell’invio e della ricezione di un messaggio.

Posta elettronica certificata e firma digitale: quando utilizzarle insieme?

Ci sono momenti in cui la PEC e la firma digitale vengono utilizzate insieme per un livello di sicurezza e di garanzia legale ancora maggiore.

Un esempio, comune di questo scenario è l’invio di un contratto via PEC. Il contratto viene prima firmato digitalmente per garantire la sua autenticità e integrità, dopodiché viene inviato come allegato di una email certificata. In questo modo, non solo si ha la garanzia che il documento non è stato modificato dopo la firma, ma si ha anche una prova legale dell’ora esatta in cui è stato inviato e ricevuto.

Posta certificata e firma digitale: costi

I costi della PEC e della firma digitale variano a seconda del fornitore del servizio e del tipo di servizio richiesto.

In generale, la PEC ha un costo annuale che può variare da poche decine a diverse centinaia di euro, a seconda delle caratteristiche del servizio (spazio di archiviazione, numero di caselle, ecc.).

Per quanto riguarda la firma digitale, il costo varia a seconda del tipo di dispositivo richiesto (carta, token USB, ecc.) e del periodo di validità della firma. I prezzi possono variare da poche decine a diverse centinaia di euro, anche in questo caso a seconda delle caratteristiche del servizio.

TI INTERESSA CAPIRE MEGLIO COME FUNZIONA LA FIRMA DIGITALE PER PEC?
COMPILA IL NOSTRO MODULO PER RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI