Sabato 29 Maggio dalle 9 alle 13 si svolgerà il convegno dal titolo “Evoluzione tecnologica della sanità digitale in Campania: il fascicolo sanitario elettronico”.

Organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Salerno su piattaforma WebEx e promosso dalla Commissione ICT con il supporto degli altri Ordini regionali, l’evento ha come obiettivo fornire, a partire dal protocollo d’intesa tra l’agenzia per il digitale AgID e il CNI, una panoramica sull’evoluzione tecnologica della sanità digitale in Campania, focalizzando l’attenzione sul Fascicolo sanitario elettronico. Il prestigioso parterre di relatori annovera anche il delegato alla Digitalizzazione di Confindustria G.I. Salerno nonché CEO e founder di Savino Solution Nicola Savino.

Dopo i saluti istituzionali del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e del presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Armando Zambrano, interverranno, tra gli altri, il responsabile del Centro nazionale per le tecnologie innovative in sanità pubblica dell’Istituto Superiore di Sanità Mauro Grigioni e la responsabile Servizio Gestione Ecosistemi Digitali AgiD Enrica Massella.

Facendo ricorso al know-how accumulato negli anni e ai risultati della recente esperienza dell’evento “Digital Days Focus Sanità”, Savino condividerà con i partecipanti il suo punto di vista professionale dall’osservatorio privilegiato della conservazione sostitutiva a norma sulla recente accelerata della transizione in atto dalla sanità tradizionale alla sanità digitale.

 “Il fascicolo sanitario elettronico rappresenta un elemento cruciale nel percorso di digitalizzazione nel mondo sanitario, che a seguito della pandemia ha subito una nette accelerata –sottolinea Savino – Bisogna compiere ancora numerosi passi in avanti nel senso della sicurezza dei dati, della privacy e dell’opponibilità di fronte alla legge, che presuppongono un cambio radicale di mentalità purtroppo ancora lento a venire nelle istituzioni italiane e anche in molta parte dell’impresa. Il convegno è per me occasione di offrire il mio contributo per innescare e accelerare questo cambiamento”.