Savino Solution cerca un nuovo Project Manager senior e ti offre un giro in DeLorean

Pubblicato da

********Se Solo Fossi Stato Assunto Prima di Lui**********

Ti è mai capitato, nel corso della carriera, di ritrovare – in una scatolina della tua mente – questo pensiero?

Sei mai stato attraversato dal rimpianto di non essere arrivato in tempo, per fare tuo quel ruolo chiave che ti avrebbe calzato a pennello?

Il collega che ha la fortuna di accaparrarsi un posto chiave in azienda, sembra vivere in una dimensione diversa rispetto a chi c’è entrato troppo tardi:

Se in ufficio gli puzzano i piedi, il management dice che è lo smog

Quando c’è un momento di difficoltà, e si fa una riunione motivazionale, l’Amministratore Delegato guarda negli occhi te e i colleghi, passandovi in rassegna come soldati sull’attenti, ma lui no. Mentre il Boss parla, lui gli sta di fianco e non di fronte. Vi guarda e annuisce con un’aria mistica che pare la Gioconda.

Se occorre fare qualche scelta strategica, lui partecipa a tutte le riunioni a porte chiuse, mentre voi state fuori pensando: “se solo potessi esserci anch’io, potrei dare una mano nel prendere le decisioni migliori per il nostro futuro, ne sarei all’altezza. L’ho dimostrato milioni di volte, lo so fare.”

Ogni cazzata che fa, è colpa tua

Ogni trionfo che porti a casa è merito suo

se proprio è un generoso, al massimo i tuoi trionfi diventano vittorie “del team”

E’ sempre il primo ad avere i privilegi e l’ultimo a prendersi le rogne, perchè “lui c’era quando non eravamo nessuno e se l’è guadagnato tenendo in piedi la baracca dove oggi ti guadagni da vivere”

Non c’entra il fuoco dell’invidia, nel tuo caso.

Si tratta, invece, di una goccia che ti scava la testa giorno dopo giorno.

Sai semplicemente che, in quel ruolo chiave, tu potresti fare 100.000 volte di più il bene della squadra per la quale lotti come un leone, ogni maledetto giorno feriale (e non).

Sei un aziendalista convinto, di quelli che “se l’azienda va bene, ne avrò un tornaconto indiretto quindi sono pronto a tutto per lei”.

Ma tu non hai una DeLorean come in Ritorno al Futuro, non puoi tornare indietro nel tempo e portare il tuo Curriculum prima di Lui, anticipandolo con un volo d’angelo alla Van Basten.

Ormai è troppo tardi. Il trono è Suo, a te non resta che offrire alla causa il meglio di te.

Anche se, a volte, lo sconforto prende il sopravvento:

“ma sì, chi me lo fa fare in fondo di buttare gli organi così ogni giorno? Posso stare nei ranghi, pensare alla mia famiglia e alle mie passioni pur lavorando con serietà e puntualità. Ormai è andata. Fai il tuo, fallo bene e speriamo che Lui non faccia troppe cazzate, compromettendo sempre tutto.”

Ora.

Guarda fuori dalla finestra.

No, non sto scherzando! Lo devi fare sul serio! Affacciati – a quella – fottuta – finestra, ora!

C’è una DeLorean con le sue portiere ad ali di Gabbiano aperte, che ti sta aspettando come fanno i pali durante le rapine in banca.

Se non hai mai visto una DeLorean, mi preoccupi. Ma ti vengo incontro.

E’ quella macchina grigia con la scritta enorme Savino Solution sul tettuccio, non puoi sbagliarti.

Ti sta aspettando per portarti qui, nella mia azienda.

A fare che?

Semplice.

Ti riporta nel futuro.

A mettere il tuo sederino su quella sedia da ruolo chiave che ti è sfuggita per un soffio.

Può essere Tua, se sei un Senior Project Manager, perché stiamo crescendo ancora e abbiamo interi business da mettere letteralmente nelle tue mani.

Patti chiari e amicizia lunga, però.

Prima di lasciarti prendere dall’entusiasmo, devi saperla tutta per com’è.

Prima di diventare Senatore in azienda, prima di poterti mettere al collo la chiave dorata del caveau della mia fiducia eterna, devi prima aiutarmi a consolidare l’enorme lavoro che ho fatto fino a qui insieme a chi mi ha accompagnato in questo viaggio incredibile.

Cresciamo e saliamo di quota, quindi ho nuovi ruoli chiave da assegnare.

Ma mi devi dare una mano a stabilizzare il volo per non perdere nemmeno un centimetro di quelli che ho guadagnato col sudore, mio e dei tuoi futuri compagni di squadra.

Tradotto in altri termini: c’è da mettersi in gioco e farsi un mazzo così.

Ora.

Prima di scadere nelle solite richieste che fanno tutti, nelle inserzioni motivazionali, tipo:

Telefono sempre acceso

Disponibilità totale al sacrificio, anche nei weekend e festivi (se serve, mica sempre)

Disponibilità a trasferirsi qui, nel Principato di Salerno, se non ci abiti (e, ti posso garantire, che qualunque sia la tua città di provenienza non ti mancherà!)

Voglio dirti una cosa.

E’ quello che ti chiederò anch’io 🙂

Ma non mi posso accontentare, non posso fermarmi alla semplice richiesta di poter contare sulla tua totale dedizione.

Se sei un Senior Project Manager, devo anche assicurarmi che tu ti senta pienamente in grado di:

Cullare la fase di delivery, appianando ogni possibile “scalino” tra area vendite e aspettative del cliente, con la cura e la sapienza di un artigiano italiano. Maniacale sì, ma in modo positivo

Mantenere “in tiro” le aspettative e la fiducia che il cliente ci ha concesso nel momento in cui ha sottoscritto un qualunque servizio con noi, affidandosi alle nostre cure

Comunicare, più che tempestivamente, al Management e al cliente ogni rischio di scostamento sui tempi di fine lavori previsti, vigile come un falco controvento in cerca di una preda

Avere Competenze Tecniche di medio alto livello, non dico che devi sapere programmare e sviluppare, ma quasi. Devi conoscere cosa vuole dire un Cron Job oppure una Classe o una Variabile.

Avere conoscenze di diversi Sistemi Informativi e dei concetti di BPM, BPR e ECM

Non far incazzare i colleghi del Delivery Team

Non ribollire davanti alla puntigliosità altrettanto maniacale del Welcome Team, che segue i nuovi clienti in arrivo

Gestire contemporaneamente l’implementazione di progetti per i clienti e progetti legati a processi interni

Avere due coglioni grandi come una casa e duri come la roccia.

Come puoi candidarti?

Te lo dico subito. La cosa più sbagliata che puoi fare, è mandarmi il Curriculum Europeo con la lettera di accompagnamento.

Non so che farmene di candidature così, semplicemente perché sono imponderabili. Sono tutte uguali e Tu, per vincere, dovresti essere praticamente sorteggiato.

Immagino che tu non voglia affidare una possibile occasione alla sorte, giusto?

Ok, bene. Sono d’accordo.

Allora scrivimi, parlandomi semplicemente di Te.

Raccontami come ti vedi oggi e come desideri essere fra 6-7 anni.

Spiegami per quale razza di motivo dovrei assumerti rispetto agli altri candidati e perché posso stare tranquillo nell’affidare a te un ruolo chiave.

Poi manda tutto a info@savinosolution.com

P.S. da noi, comunque, la puzza di piedi non è tollerata

P.P.S : se hai frequentato almeno un Venditore Vincente o Marketing Merenda, sei su una corsia preferenziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.