White Paper ed Infografica sulla Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione : come affrontare le sfide digitali.

Pubblicato da
DigitalizzazionePA_Gestione_Documentale_Ottobre_2015
Gli obblighi e gli adempimenti delle Pubbliche Amministrazioni per la digitalizzazione e la gestione documentale dall’11 Ottobre 2015

In questi ultimi due anni, 2014 e 2015, le Pubbliche Amministrazioni hanno dovuto fare i conti con una vera e propria rivoluzione digitale. Si è partiti con la Fatturazione Elettronica il 6 Giugno 2014 per gli Enti Centrali per poi arrivare al 31 Marzo 2015, con tutti gli altri Enti e quindi anche quelli Locali. Ma non è certa finita la rivoluzione digitale iniziata già tempo fa con il Dlgs 235/2010 recante modifiche al CAD 82/2005 e con il Piano di Informatizzazione delle Procedure per mezzo dello SPID. Perché con il DPCM del 3 Dicembre 2013, Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40 -bis , 41, 47, 57 -bis e 71, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005, le Pubbliche Amministrazioni dovranno avere processi interamente digitali e nuove responsabilità ed ovviamente fare i conti con la conservazione digitale dei propri atti e dei proprio documenti informatici. 

Si impone dunque un cambiamento radicale per la gestione dei documenti informatici delle Pubbliche Amministrazioni, in quanto si dovranno affrontare le nuove sfide in riferimento alle nuove regole sul Procollo Informatico, alla nomina del Responsabile della Gestione Documentale e alla nuova redazione del Manuale di Gestione, che dovrà evidentemente essere integrato con il Manuale del Responsabile della Conservazione Digitale. Cambiamenti importanti che si avvieranno l’11 Ottobre 2015 per poi concludersi con il 16 Agosto 2016, dove ci sarà la più grande rivoluzione digitale mai vista prima, ovvero la completa dematerializzazione di tutti i documenti amministrativi e non della Pubblica Amministrazione. La sfida sarà quella di avere in formato elettronico qualsiasi documento protocollato e non per avere una gestione elettronica documentale pura.

Quello che è interessante notare, è certamente la parte di conservazione digitale del registro di protocollo che dovrà essere trasmesso entro la giornata lavorativa successiva al sistema di conservazione, garantendone l’immodificabilità del contenuto. Quindi ci dovrà essere un sistema di conservazione digitale che dovrà “dialogare” con il sistema di protocollazione, ma ovviamente non finiscono qui le novità. L’infografica presente di seguito, elenca in modo chiaro e diretto, sia le date sia gli obblighi che le nuove mansioni a capo della PA e dei suoi dirigenti e funzionari :

Insieme a tutto il team di Seen Solution, abbiamo scritto un White Paper di oltre 10 pagine che descrive punto per punto le novità più importanti , offrendo anche qualche soluzione interpretativa.

Per scaricare il White Paper basta cliccare qui.

Che il Digitale sia con TE

Nicola.

6 commenti

  1. Per quanto riguarda l applicazione della norma nelle istituzioni scolastiche ci sono pareri discordanti. Lei come la pensa? Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *